Nuovo Dal Palladio al sacco di Baghdad Visualizza ingrandito

Dal Palladio al sacco di Baghdad

Nuovo prodotto

Esiste una linea sottile a collegamento di episodi diversi fra loro. Un tracciato e verità che tutti dovrebbero conoscere, architetti e non. Tra i personaggi centrali di questa ricognizione, Henry Wotton, ambasciatore e divulgatore nonché proto-agente 007 al servizio segreto di Sua Maestà James I, re d’Inghilterra. Wotton acquisisce i disegni del Palladio, ne divulga i Quattro Libri e nel 1624 pubblica “The elements of Architecture”.

Maggiori dettagli

16,00 €

Scheda tecnica

TitoloDal Palladio al sacco di Baghdad - Le eredità culturali attraverso luoghi, istituzioni e politiche utilitaristiche
AutoreCicero Roberto F.
ISBN978-88-6827-357-6
Pagine296
Anno2020
EdizionePrima
GenereSaggio di architettura
CollanaIl Mare
NIC106
Formato135x200 mm
CopertinaMorbida plastificata
Peso300 gr
IllustrazioniSi

Dettagli

Esiste una linea sottile a collegamento di episodi diversi fra loro. Un tracciato e verità che tutti dovrebbero conoscere, architetti e non. Tra i personaggi centrali di questa ricognizione, Henry Wotton, ambasciatore e divulgatore nonché proto-agente 007 al servizio segreto di Sua Maestà James I, re d’Inghilterra. Wotton acquisisce i disegni del Palladio, ne divulga i Quattro Libri e nel 1624 pubblica “The elements of Architecture”. Ma la missione che il sovrano ha in mente per il disinvolto ed intellettualmente inquieto diplomatico supera di gran lunga la fantasia. La portata, devastante. La potenza, ben oltre quella delle fictions sull’M16... Uno strappo rescinde il nesso con la prospettiva storica del proprio legato culturale. Un colpo di piccone l’annienta. Azioni alterne accomunano il progetto mondialista dell’Occidente sviluppato con il globalismo religioso del mondo islamico attraverso il proprio braccio armato jidahista. Dal Palladio al sacco di Baghdad è un’indagine nel nucleo nichilistico dell’Occidente attraverso cui transitano le eredità culturali e dove si annidano i maggiori pericoli per la società civile e per i diritti dell’uomo. Si chiarisce il linguaggio profetico di “Ornamento e Delitto” (Adolf Loos, 1908), il senso vero dei pericoli dell’arte e della condanna che pronunciò Platone nella Repubblica (380 a.C.), si demistifica lo stereotipo che la bellezza salverà il mondo. Vengono prese le distanze dalla funzione di fruitori di una versione estetizzante della vita, dal ruolo di organizzatori di una sostenibilità a carattere edonistico in seno al milieu del nostro tempo. IN COPERTINA © DISEGNO DI ARCH. LUIGI FESTA

Recensioni

Scrivi una recensione

Dal Palladio al sacco di Baghdad

Dal Palladio al sacco di Baghdad

Esiste una linea sottile a collegamento di episodi diversi fra loro. Un tracciato e verità che tutti dovrebbero conoscere, architetti e non. Tra i personaggi centrali di questa ricognizione, Henry Wotton, ambasciatore e divulgatore nonché proto-agente 007 al servizio segreto di Sua Maestà James I, re d’Inghilterra. Wotton acquisisce i disegni del Palladio, ne divulga i Quattro Libri e nel 1624 pubblica “The elements of Architecture”.

30 altri prodotti della stessa categoria: