Nel tempo che resta Visualizza ingrandito

Nel tempo che resta

Nuovo prodotto

Cinque Torri è un piccolo borgo sulla costa occidentale della Sicilia. Lì, dove il Mediterraneo e il Tirreno si incontrano e si fondono in un’unica e immensa distesa d’acqua, la vita scorre a ritmo lento, scandito dalle stagioni e dall’eterna lotta tra il soffocante Scirocco e la fredda Tramontana.

Maggiori dettagli

17,00 €

Scheda tecnica

TitoloNel tempo che resta
AutoreMazzara Alessandra Maria
ISBN978-88-6827-420-7
Pagine368
Anno2022
EdizionePrima
GenereRomanzo
CollanaIl Porto
NIC210
Formato135x200 mm
CopertinaMorbida plastificata
Peso533 gr
IllustrazioniNo

Dettagli

Cinque Torri è un piccolo borgo sulla costa occidentale della Sicilia. Lì, dove il Mediterraneo e il Tirreno si incontrano e si fondono in un’unica e immensa distesa d’acqua, la vita scorre a ritmo lento, scandito dalle stagioni e dall’eterna lotta tra il soffocante Scirocco e la fredda Tramontana. Tutto questo Beatrice lo sa bene. Orfana di entrambi i genitori, è cresciuta con nonna Nuzza, che le ha insegnato la fatica, ma anche il valore dello studio e dell’indipendenza; da lei Beatrice ha imparato a perseverare senza mai arrendersi, nemmeno quando il destino avverso la costringerà a fuggire lontano dal suo mondo, verso New York, verso una vita completamente diversa. Ma il suo passato tornerà presto a cercarla... ‘Nel tempo che resta’ è un romanzo familiare che abbraccia ottant’anni di storia, dal primo ventennio fascista all’inizio del nuovo millennio, una storia in cui amore e violenza, amicizia e potere, rimpianti e nostalgia, religione e superstizione si mescolano fino a confondersi, in un’atmosfera che sa di antico e in un tempo che non conosce limiti.

Recensioni

Valutazione 
03/04/2022

Nel tempo che resta

La storia è ambientata in una Trapani degli anni 20 e presenta un caleidoscopio di personaggi che ruotano tutti intorno alle viuzze del paese qui chiamato Cinque Torri.
Entrare nel vivo della lettura è come entrare nella trama di un film. Impareremo a conoscere Bea, la protagonista principale che, essendo orfana di entrambi i genitori, viene cresciuta da nonna Nuzza, donna saggia e grande lavoratrice, che crescerà la nipote con quell' immenso amore che solo i nonni sanno dare, ma anche lo zio Roro' , Anna, Pietro, Giosuè e tanti altri personaggi che movimentano la scena.
Bea, conosciuta da tutti gli abitanti di quelle viuzze, amata e rispettata per quel suo carattere buono ed altruista, è sempre pronta ad aiutare gli altri. Ad un certo punto della sua vita, però, un brutto episodio la costringe a trasferirsi in America. Qui grazie agli insegnamenti della nonna, all'amore di cui il suo cuore è pregno e alla voglia di non arrendersi mai, Bea incontra altre figure che la aiutano in questa sua nuova vita sempre vicina a Pietro, il figlio che lei cresce come suo e per il quale spende tutta se stessa, non dimenticando mai la sua amata terra.
Lo stile dell'autrice, semplice, lineare, scorrevole, a volte colorito quando inframezzato da espressioni dialettali tipiche del luogo, rende la lettura estremamente piacevole sì da trasformare il lettore in spettatore di una bellissima pellicola.
Pertanto, se come dice Cicerone "i libri sono l' alimento della giovinezza e la gioia della vecchiaia " il romanzo "Nel tempo che resta " risulta meritevole di lettura da parte di una platea di lettori di ogni ordine e grado.

    Valutazione 
    25/03/2022

    Nel tempo che resta

    Scoperto per caso grazie al passaparola, "Nel tempo che resta" è un romanzo che già dalle prime pagine ti catapulta nella Sicilia del primo novecento. La lettura è scorrevole, intercalata soprattutto nella prima parte da qualche frase in dialetto. Non mancano i colpi di scena e la voglia incessante di proseguire nella lettura. Ti coinvolge, emoziona con i suoi personaggi. Un inno alla donna, alla forza e alla determinazione. Un libro dove l'amore è il filo conduttore, il motore per il superamento di tutte le difficoltà. Un romanzo dai due sapori, quello antico nella prima parte con odori e colori di una Sicilia antica, moderno nella seconda dove l'autrice offre un dettagliato scorcio dell' America degli anni 50.
    Consigliato a chi ama le saghe familiari, le atmosfere retro' e i forti personaggi femminili.

      Valutazione 
      18/03/2022

      Nel tempo che resta

      "Nel tempo che resta" è il primo romanzo della giovane autrice trapanese Alessandra Maria Mazzara. Il romanzo , come riferito dalla stessa , prende spunto dalle storie che la nonna materna, Beatrice ( Bice)Lipari, le ha raccontato durante i trentatré anni di vita vissuti insieme.
      La prima parte del romanzo si svolge a Cinque torri, un borgo della Sicilia occidentale, arso dal sole e flagellato dai venti di Tramontana e di Scirocco, dove la povertà regna sovrana e l' unica via di salvezza per i giovani è l' emigrazione,una scelta dolorosa, quasi funesta, tant'è che ogni partenza viene accompagnata dai rintocchi delle campane "a morto " La seconda parte, invece, ci porta in America dove un filo invisibile lega la protagonista al suo triste passato. La saga familiare si svolge in un arco temporale che va dal primo ventennio fascista ai primi del nuovo millennio. La trama ruota intorno al personaggio principale ,Beatrice Lipari, e con lei nonna Nuzza, Sarina, Pietro ed una miriade di personaggi minori ,non per importanza in quanto tutti complementari alla realizzazione della storia.La scrittura è semplice , lineare, scorrevole, all' inizio inframezzata da qualche frase del dialetto del luogo e descrive minuziosamente e sapientemente, personaggi, luoghi e situazioni.
      Inizi a leggere e tutto prende forma nella tua mente : i personaggi immaginari prendono vita ,gioisci con loro e ti commuovi per le loro sventure., quelli reali ,per chi non è del posto, è come se li conoscesse da sempre.
      Impari a conoscere il borgo, le sue vie, i suoi palazzi e le povere case come se fossi lì vissuta. Ti affascinano le sue tradizioni,le usanze, persino le superstizioni.
      Nella seconda parte lo scenario cambia , il piccolo borgo scompare per poi ritornare nell' ultimo capitolo , e l'autrice, anche qui con molta dovizia di particolari e in modo impeccabile, ci descrive la New York dei primi anni del nuovo millennio, dove Beatrice è costretta a fuggire lasciando l' amore della sua gioventù . L' attende un mondo e un modo di vivere a lei sconosciuto ma la grande umanità e l' amore di chi la circonda l' aiuteranno a cambiare il presente per un nuovo futuro. Quel mondo, però, la riporterà al suo passato , un passato che, come le diceva Nonna Nuzza, non deve comandare sul presente per non fare danno alla propria vita.
      "Nel tempo che resta" , titolo del romanzo ,è racchiusa una profonda riflessione e può avere mille significati a secondo delle situazioni che si vivono o delle stagioni della vita di ciascuno di noi.
      E' un romanzo che si legge tutto d' un fiato, dalla prima all' ultima pagina, che affascina il lettore senza stancarlo mai ,suscitando emozioni e speranze, grazie anche al perfetto stile narrativo dell'autrice. Da leggere assolutamente, nell' attesa che l' autrice, superato brillantemente il primo scalino del suo cammino letterario, continui ad appassionati con altre opere , non escluso, il proseguo della saga della famiglia Lipari.

        Scrivi una recensione!

        Scrivi una recensione

        Nel tempo che resta

        Nel tempo che resta

        Cinque Torri è un piccolo borgo sulla costa occidentale della Sicilia. Lì, dove il Mediterraneo e il Tirreno si incontrano e si fondono in un’unica e immensa distesa d’acqua, la vita scorre a ritmo lento, scandito dalle stagioni e dall’eterna lotta tra il soffocante Scirocco e la fredda Tramontana.

        30 altri prodotti della stessa categoria: