Redivivo e vegeto Visualizza ingrandito

Redivivo e vegeto

Nuovo prodotto

La storia, ad ampio respiro spazio-temporale, ruota per tre decenni (dal 1873 al 1901) intorno all’omicidio del giovane marchese Manfredo Cimieri, la cui efferata uccisione coincide, non a caso, con la nascita del fratellastro e figlio del suo assassino, don Alfonso Salviati.

Maggiori dettagli

15,00 €

Scheda tecnica

TitoloRedivivo e vegeto
AutoreVeccia Francesco
ISBN978-88-6827-221-0
Pagine332
Anno2017
EdizionePrima
GenereRomanzo - Giallo
CollanaIl Mare
NIC80
Formato150x210
CopertinaMorbida plastificata
Peso541 gr
IllustrazioniSi

Dettagli

La storia, ad ampio respiro spazio-temporale, ruota per tre decenni (dal 1873 al 1901) intorno all’omicidio del giovane marchese Manfredo Cimieri, la cui efferata uccisione coincide, non a caso, con la nascita del fratellastro e figlio del suo assassino, don Alfonso Salviati. Questi, altrimenti noto come il Lupo, a delitto compiuto, si disfa del cadavere e pianta un noce in giardino, a suo dire, in omaggio al nascituro. Inizialmente la sparizione del marchese non desta eccessive apprensioni, grazie a una sua autografa attestazione di fuga, e per il Lupo tutto sembra evolvere secondo le premesse, ma in futuro quel losco individuo dovrà fare i conti con l’albero piantato in giardino e la spaventosa cosa che ne salterà fuori. Il noce diverrà, infatti, l’essenza stessa di colui di cui si è nutrito, assumendo una forma antropomorfa a dir poco spaventosa, che darà luogo a molteplici suggestioni e che guiderà cose, situazioni e persone alla vendetta finale. Questo giallo inverted a tinte nerissime, aggraziate dal garbo d’una penna antica e romantica, vi prenderà per mano e, tra cupe ambientazioni, paurose atmosfere, adrenalinici percorsi e angoscianti disamine, vi condurrà a ritmo incalzante verso un finale davvero sorprendente. IN COPERTINA @FRANCESCO VECCIA

Recensioni

Valutazione 
07/11/2017

Redivivo e vegeto

Un libro la cui trama è di grande coinvolgimento. Le descrizioni minuziose si alternano agli efficaci dialoghi in un andamento sinusoidale di grande intensità. I dialoghi sono particolarmente intensi perché forniscono risposte alle domande che il lettore si è posto in precedenza ma insinuano nuovi misteri che si risolvono nei dialoghi successivi. Non riuscirete a smettere di leggerlo.

    Valutazione 
    26/10/2017

    Redivivo e vegeto

    Il taglio, il respiro, le ambientazioni, le descrizioni e il sostrato romantico del linguaggio ne fanno un feuilleton moderno d'eccezione e Poe ne è certamente uno degli ispiratori, date le atmosfere oniriche e surreali di alcune situazioni, talvolta raccapriccianti. Ma, nel ricalcare con impareggiabile abilità i già battuti territori del romanzo ottocentesco, l'autore introduce nella storia anche un elemento di novità, quasi a renderla unica nel suo genere, affidando il ruolo di protagonista ad un albero oscuro e minaccioso che, seppur relegato alla sua immobilità, è sempre latente, sempre incombente. Questi ingredienti, ratificati da un sorprendente FINALE DA BRIVIDO, fanno dell'opera una vera chicca della moderna produzione letteraria. Complimenti! il libro è davvero bello e avvincente, direi quasi unico. Lo consiglio a tutti.

      Valutazione 
      16/10/2017

      Redivivo e vegeto

      Il romanzo mi è piaciuto moltissimo, a partire dall'intrigante copertina. Trama scorrevole, linguaggio attento e sostanzialmente alla portata di tutti. Non si può far a meno di leggerlo tutto. Lo consiglio vivamente. Complimenti!

        Valutazione 
        10/10/2017

        Accattivante giallo

        Appassionante già dalle prime pagine, il racconto è fluente e ricco di dettagli, in un susseguirsi di scene e dialoghi mai lasciati al caso. Il linguaggio è ricercato ma alla portata di tutti.

          Valutazione 
          10/10/2017

          Tutto d'un fiato

          Racconto avvolgente, fluido e con riferimenti puntuali e ricercati. Bellissimo da leggere in poltrona anche in una sola notte. Lo consiglio a tutti!!

            Valutazione 
            10/10/2017

            Il mio giudizio

            Il romanzo “Redivivo e vegeto” è opera complessa ed al tempo stesso chiara ed apparentemente semplice. E’ un affresco vigoroso e affascinante. Perché a me è sembrato che dietro il racconto, ampio e vivo di personaggi così fatti di sangue, carne, pensieri, sentimenti, avidità, violenze vi sia una riflessione sulla fragilità della vita, sulla sua amara realtà, sul frantumarsi dei rapporti familiari, sui dolori della condizione umana. Montaggio degli avvenimenti condotto con mano sicura, densità di emozioni. Colore e immagini. Intrecci di sentimenti ricondotti sempre al “lato oscuro degli alberi”. Cioè al profondo nell’animo (misterioso, buio, non conosciuto) del nostro aggrovigliato sentire.

              Valutazione 
              10/10/2017

              Redivivo e vegeto

              È un romanzo bellissimo, intenso e appassionante. Una storia d’altri tempi, ricca di fascino e di mistero, accattivante e per certi versi, inquietante... la trovata dell’albero poi è davvero superba. Complimenti all’autore che, con le sue descrizioni vivide, mi ha fatto vivere in prima persona e passo dopo passo, accanto ai personaggi, provandone le gioie e le medesime angosce, tanto che mi è dispiaciuto separarmene a fine lettura.

                Scrivi una recensione!

                Scrivi una recensione

                Redivivo e vegeto

                Redivivo e vegeto

                La storia, ad ampio respiro spazio-temporale, ruota per tre decenni (dal 1873 al 1901) intorno all’omicidio del giovane marchese Manfredo Cimieri, la cui efferata uccisione coincide, non a caso, con la nascita del fratellastro e figlio del suo assassino, don Alfonso Salviati.

                15 altri prodotti della stessa categoria: