Gemelle Visualizza ingrandito

Gemelle

Nuovo

Anna e Alesa sono legate da un viscerale legame di sangue, ma non potrebbero essere più diverse... Dovranno imparare a conoscersi di nuovo pian piano ed entrare in punta di piedi l’una nella vita dell’altra.

Maggiori dettagli

14,00 €

Lista dei desideri

Scheda tecnica

TitoloGemelle
AutoreBorghi Sergio
ISBN978-88-6827-153-4
Pagine300
Anno2015
EdizionePrima
GenereRomanzo
CollanaIl Mare
NIC34
Formato100x200 mm
CopertinaMorbida plastificata
Peso250 gr
IllustrazioniNo

Quarta di Copertina

Anna e Alesa sono legate da un viscerale legame di sangue, ma non potrebbero essere più diverse... Dovranno imparare a conoscersi di nuovo pian piano ed entrare in punta di piedi l’una nella vita dell’altra. Col tempo riusciranno a capirsi, a fidarsi e a confidarsi, diventando davvero amiche e complici, come non lo sono mai state in passato. Dalla raffinata penna di Borghi un nuovo e ricercato romanzo poetico fluido e ben articolato, il suo stile, al quale ci siamo facilmente abituati e unico nel suo genere, appassionante e mai monotono.

Recensioni

Valutazione 
01/02/2016

Gemelle

Ho trovato il contenuto di questo racconto molto scorrevole e di facile comprensione, la storia avvincente, come alter ego l'una nei confronti dell'altra. Molto attuale nel contenuto, consigliabile la lettura a tutte le fasce di età. Mia figlia di dieci anni per
l'appunto lo sta leggendo.

    Valutazione 
    23/01/2016

    gemelle

    .ho finito ed ho già inviato alla casa editrice il mio plauso ! Indubbiamente è una "tua" creatura : ci sei te che parli ad ogni riga , con il tuo carattere , le tue passioni , la voglia di dire tutto quello che senti e che sai . La storia è condotta bene e mi domando come ti sia venuta in mente

      Valutazione 
      22/01/2016

      Gemelle

      Tanta ammirazione per come lo hai scritto, per come lo hai concepito, per la poesia che ci hai messo dentro, per la musica che lo riveste, per il piacere che dai al lettore nel passare pagina dopo pagina cercando e riuscendo a stupire! Le gemelle!!! ... ecco come sgusciano dalle tue pagine gemelle così diverse!!

        Valutazione 
        14/01/2016

        Gemelle

        Una trama avvincente e scorrevole, ma già dalle prime pagine si intuisce che non è un romanzo da leggere con superficialità.
        Due GEMELLE, Anna e Alesa, in simbiosi fino alla nascita, ma divise e dissimili e tuttavia complici nella vita, figlie dei nostri tempi, ne sono le protagoniste; attraverso i loro occhi intrecci di vita quotidiana, spaccati di vissuto, situazioni straordinarie che mettono a dura prova forza di volontà e capacità di raziocinio ma nonostante tutto, continua è la ricerca negli occhi e nei pensieri di chi le circonda del colore di un'emozione, e nello studio della risposta ai perché della vita.
        Ed è proprio nella descrizione di questa ricerca che si evince la profondità di pensiero e la delicata sensibilità dell'autore che, con sapienti parole, non solo descrive, ma ci rende partecipi dei turbamenti che muovono i pensieri di tutti i personaggi.
        Non un asettico racconto, quindi, ma un altalenante susseguirsi di emozioni...e forse, non a caso, nel retro di copertina un emblematico dipinto dello stesso autore.

          Valutazione 
          12/01/2016

          Gemelle

          L'esposizione e l'originalità della scrittura particolarmente edotta.
          riesce a penetrare e trasmettere sensazioni ed intuizioni che......
          ad altri scrittori per raggiungere lo stesso risultato servono
          pagine e pagine.
          Lo stile del racconto "LE GEMELLE" dello scrittore SERGIO BORGHI
          ti trascina troppo presto in fondo.
          Resta la voglia di leggere ancora.
          Personaggi fotografati con la lente della poesia.

            Valutazione 
            12/01/2016

            Gemelle

            Quando un libro m’incuriosisce, prima di leggerlo, inizio a sfogliare alcune pagine a caso, poi mi oriento verso la fine, per sentire se il finale lascia il richiamo come un eco nel pensiero.

            Gemelle, è un romanzo che vive nei giorni nostri, e con uno squisito gusto letterario della cultura europea, i luoghi, le abitudini dei personaggi, danno al lettore la sensazione di vivere tutto il sentimento dell’autore.

            L’ampiezza, con cui crea le situazioni, consente alla prospettiva di conservare un delicato equilibrio. Il ritmo, la ricchezza peculiare letteraria, le citazioni celebri che fanno da incipit al romanzo che si addensa, in un sali, scendi di emozioni, è come se dentro accendesse degli stati d’animo, facendo diventare vive le immagini.

            Esiste forse, per ognuno di noi, un posto nella nostra mente che ci ricorda un luogo in cui i protagonisti vivono.

            Anna più malinconica con la sua obbligante mente, Alesa con un carattere più provocatorio, sono solo alcuni dei nomi di questa storia, che però apre l’ingresso ad una rosa di altri personaggi interessanti, finemente caratterizzati e con un ruolo di agile intelligenza.

            Il romanzo è anche ironico, i guizzi cromatici con cui guerreggia la china, sperimentano ed esaltano i volubili involucri di una presenza di caratteri classici, i toni ruggiscono, le situazioni che variano in fibre allungate, seguono tutte le peculiarità della natura delle due sorelle. C’è sempre un gorgo d’impressioni che accompagna amorevolmente il romanzo, la storia è permeata anche da un’aria dolce di tristezza, dentro una costruzione simmetrica che analizza i contenuti, nello stile sempre impeccabile e generoso che ruota intorno all’autore. La prosa si mescola alla poetica sempre creativa, mentre guida dall’alto la vicenda umana garantendo un lieto fine al romanzo.

              Valutazione 
              12/01/2016

              Gemelle

              "Gemelle"... due giovani donne uguali, ma nello stesso tempo diverse, diversissime... sorelle, amiche... é un romanzo tutto al femminile.
              Si legge d'un fiato, si "divora", e sembra quasi di sentirlo parlare in sottofondo, l'autore Sergio Borghi, con il suo modo particolare di intrecciare la trama con la letteratura, con la storia e con l’arte.
              Non c'è banalizzazione, ma un uso ben concepito di conoscenze a tutto campo, che crea aspettative che non vengono mai deluse. Conoscenze espresse con parole limate, scandite e ricercate anche nelle radici, tanto che sembrano veloci pennellate date da un'abile mano di pittore.... Perché anche questo é Sergio: un abile pittore, un pittore di donne.
              Scorre il racconto, con un ritmo che avvince e spinge il lettore ad andare avanti, stimolandone la curiosità, quasi l'avidità di sapere come andrà a finire. Si è presi da questo modo di scrivere ormai imposto dai media, fatto di velocità e di frasi minime, legate da una punteggiatura che toglie il respiro; una sorta di "urgenza", il cui segno di riconoscimento é l' #, usato per incollare parole ed abbreviare espressioni senza nulla togliere al concetto.
              E intanto si gustano lo scorrere dei giorni di Anna, le sue percezioni del mondo, le sue emozioni… Una donna così giovane (una figura quasi ottocentesca), ma già così individualista, spiritualmente indipendente, capace di analizzare a fondo persone e situazioni ed in grado, a soli vent'anni, di avere idee sostanzialmente stabili e mature. Un personaggio molto nobile, assennato ed insieme fresco, che non esita a mettersi in discussione e che ha già capito troppo della vita.
              Questo romanzo ha la cifra del “soul”, che pervade tutto il racconto come una colonna sonora, mentre intorno si intrecciano e si articolano annosi problemi legati al femminismo e alla sua ormai cinquantennale utopia. Come nelle opere teatrali di Aristofane, in cui tutti i personaggi sono vestiti da uomo, nel romanzo si cerca di far capire che non basta cambiare un abito per cambiare le cose.
              I sentimenti e i pensieri di Anna si completano con la storia parallela della sorella, che al contrario di lei consuma rapida la vita come fanno in genere i giovani, e che alla fine sarà aiutata dal gruppo di cui fa parte a crescere e ad affrontare le difficoltà della giovinezza.
              Insieme le due sorelle sono in fondo due facce di un'unica realtà, e nel “branco della
              Savana selvaggia” si completano come in un caleidoscopio, in cui colori diversi compongono un' immagine unica .
              L'etica del romanzo riesce ad infondere nel lettore una grande positività, come sempre dovrebbe accadere per un buon libro .
              Mi chiedo se questo non sia il 'sentire letterario' di questo inizio del terzo millennio, che Sergio ha saputo abilmente esprimere con il suo “mood” sciolto e moderno. Io mi sento di dire che lo é.

                Valutazione 
                07/01/2016

                Sorprendente

                Sei sorprendente, io non dubitavo della tua cultura, della tua prosa così nuda, scorrevole, sintetica, profonda, ma quello che mi ha colpito è stata la fantasia, originale e imprevedibile.
                Sei riuscito a mixare tutto con misura hai reso intrigante il libro, libro che ho letto con piacere le cui pagine mi sono scorse in un baleno. Bravo un abbraccio.

                  Valutazione 
                  07/01/2016

                  Gemelle

                  Sono un lettore di giornali e di tutto quello che mi capita di leggere non mi atteggio a critico - ben me ne guardo - ma, semplicemente, scrivo la scarna e cruda cronaca di quello che mi impressiona leggendo, in questa occasione, il libro di Sergio Borghi.
                  Fin dalle prime pagine si nota lo schema lampeggiante della prosa, ma che dico prosa è vera poesia. Come l’autore dipinge così scrive usando il pennello al posto della penna. Sono getti di colore le frasi dei personaggi e la prosa che ne segue fa da accompagnamento musicale alla particolare situazione del racconto. Il ritratto di Anna così stranamente sola, intelligente, in un mosaico di contraddizioni appare insicura ma piena di umanità. Anna, Alesa, Gianni, Andrea, Capurso, sono descritti in chiave moderna ed attuale; è solamente la mente fantastica dell’autore che riesce a descrivere in modo stupendo le emozioni, le paure, le incertezze dei giovani di oggi. Il fermo di Anna da parte della Polizia aggiunge al romanzo qualcosa di poliziesco che incuriosisce il lettore che sfoglia una pagina dietro l’altra per arrivare il più velocemente possibile alla conclusione purtroppo lenta da arrivare. I vari episodi, l’aborto, il furto, la moldava si susseguono fino alla liberazione di Anna sono descritti in modo tanto realistici da sembrare, come il ritrovamento del furto, vissuti dal lettore. Il racconto prosegue con fatti accompagnati da citazioni che qualche volta hanno bisogno di una rilettura culturale ma sempre scorrevole. Ad un tratto avviene un incidente stradale che purtroppo causa una vittima,incidente troppo vero anche se fantastico. Il romanzo si scioglie in una serie di eventi, incredibili di due donne di cui una sola è la protagonista essenziale ma che riempie tutto il libro con la sua prorompente ambiguità ed i suoi amori rimasti purtroppo incompleti. Le frasi spezzate nette come colpi di frusta, i ritardi sono la caratteristica di questo autore che da un libro all’altro si riscopre un innovatore, un creativo non solo della trama inusuale, ma anche come maneggiatore di intrecci e stati d’animo dei personaggi. Libro che scorre e coinvolge il lettore.

                    Scrivi una recensione!

                    Scrivi una recensione

                    Gemelle

                    Gemelle

                    Anna e Alesa sono legate da un viscerale legame di sangue, ma non potrebbero essere più diverse... Dovranno imparare a conoscersi di nuovo pian piano ed entrare in punta di piedi l’una nella vita dell’altra.

                    30 altri prodotti della stessa categoria: