La zanzariera rosa Visualizza ingrandito

La zanzariera rosa

Nuovo

Teresa è sola, nessuno sente le sue urla, nessuno vede la sua paura e nessuno può condividere il suo dolore.

Maggiori dettagli

12,00 €

Lista dei desideri

Scheda tecnica

TitoloLa zanzariera rosa
AutoreFederici Francesca
ISBN978-88-6827-164-0
Pagine156
Anno2016
EdizionePrima
GenereRomanzo
CollanaIl Mare
NIC38
Formato135x200 mm
CopertinaMorbida plastificata
Peso224
IllustrazioniNo

Quarta di Copertina

Teresa è sola, nessuno sente le sue urla, nessuno vede la sua paura e nessuno può condividere il suo dolore. L’impotenza di un’adolescente svuotata dalla violenza sica e psicologica che subisce dai suoi coetanei, mentre tutti indifferenti continuano a vivere la propria omertosa esistenza, è una triste pagina della nostra società, descritta con audacia in questo romanzo. Teresa cerca di scappare, dimenticare e ripulirsi da quella ferocia che pare invisibile al mondo, senza chiedere aiuto, trovando riparo sotto la sua zanzariera rosa dove i sogni e i pensieri felici ancora sopravvivono.

IN COPERTINA
© UGO FECAROTTA 

Recensioni

Valutazione 
14/06/2016

La zanzariera rosa

La protagonista di queste pagine forti e importanti è Teresa, una giovane adolescente nata alla fine degli anni ’70 che attraverso le parole dell’autrice vuole “gridarci” la sua storia e la sua richiesta di aiuto; è una storia di dolore, di solitudine e di incomprensione dove gli adulti, forse poco attenti, rimangono spettatori silenziosi.

Francesca Federici, con grande abilità, sceglie di narrarla in prima persona calandosi talmente bene nel personaggio da coinvolgere il lettore in una sorta di protagonismo collettivo.

Dopo aver accompagnato Teresa lungo i suoi primi anni di vita fatti di serenità, giochi, affetti e amicizie, ci ritroviamo improvvisamente prigionieri accanto a lei nel terribile vortice del bullismo.

Siamo nella scuola degli ultimi anni ’80 e dei primissimi anni ’90 dove ancora questa parola non è di uso comune e dove pochi conoscono e riescono a capire realmente l’atrocità del suo significato; non lo capiscono i professori così come non lo capiscono i genitori di Teresa, tutti presi dalle difficoltà del loro mondo di adulti, ma forse non lo capiscono nemmeno i lettori di oggi ciechi di fronte a tanto dolore.

Ed è proprio questo significato profondo, difficile e drammatico che l’autrice riesce a farci scoprire attraverso le parole della “sua” adolescente. Per farlo usa un linguaggio sempre attento, delicato e appropriato anche nei momenti più forti e devastanti senza mai aggiungere frasi eccessive e inopportune.

Descrive così l’animo della protagonista con le sue sfumature, le sue angosce, ma anche le sue speranze e le sue tenerezze; descrive il suo mondo fatto di sogni dentro la zanzariera rosa accanto a Margherita, la gattina sempre pronta a regalarle affetto; e infine descrive i suoi incontri con i “cattivi”, i suoi lividi, le sue ferite nel corpo e nello spirito.

Il lettore non può che accompagnare Teresa con grande empatia fino all’ultima e forse imprevedibile pagina e, dopo averla girata con il fiato sospeso, sicuramente ha imparato il vero e profondo significato della parola bullismo.

La zanzariera rosa è un libro forte, schietto e sincero, un libro per genitori, insegnanti e per chi in qualche modo è accanto agli adolescenti; è un libro che rende trasparente il loro animo e che può aiutare ad aiutarli.

    Scrivi una recensione!

    Scrivi una recensione

    La zanzariera rosa

    La zanzariera rosa

    Teresa è sola, nessuno sente le sue urla, nessuno vede la sua paura e nessuno può condividere il suo dolore.

    30 altri prodotti della stessa categoria: